poesia le regole da seguire

Poesia Le 10 regole da seguire

Pubblicato il Pubblicato in scrittura

Visto il consistente numero di raccolte poetiche che riceviamo in redazione (la nostra collana dedicata alla poesia, già caratterizzata da interessanti componimenti, si arricchirà ulteriormente nei prossimi mesi) abbiamo deciso di dedicare un articolo alla poesia fornendo alcune brevi, ma interessanti, indicazioni ai numerosi poeti che ci seguono.

Invia qui i tuoi componimenti

Poesia Le 10 regole da seguire è un decalogo semplice che ogni poeta dovrebbe sempre seguire per affinare sempre più la propria scrittura. Buona lettura.

 

1. AFFERRARE LA POESIA IN OGNI MOMENTO. Per eccellere nello scrivere poesie, devi flettere i tuoi “muscoli poetici” ogni giorno, anche se si tratta solo di effettuare la revisione di un lavoro precedente.

2. LEGGERE LA POESIA DEGLI ALTRI. Troppi poeti temono che la loro “voce” possa essere influenzata dalle voci di altri poeti. Non cadere in questa trappola. Devi studiare ciò che ti piace ma anche quello che non ti piace di altri poeti e usarlo come ispirazione per il tuo lavoro.

3. STUDIARE LE FORME POETICHE. Mentre potresti decidere di non pubblicare mai sonetti, sestine e haiku, dovresti comunque provare varie forme di composizione, questo può solo aiutare il tuo sviluppo poetico. Dopo tutto, la forma di un poema (anche il verso libero) è lo scheletro e la pelle che tiene insieme il contenuto per il lettore.

4. PARTECIPA A LETTURE PUBBLICHE. L’esecuzione è facoltativa, ma i poeti dovrebbero ogni tanto ascoltare le parole declamate. La poesia è una scrittura tanto orale quanto visiva. Come tale, giova a un poeta comprendere i suoni della poesia. Inoltre, questo tipo di eventi sono ottimi per incontrare altri poeti.

5. SPERIMENTA. C’è una “regola” poetica che semplicemente non ti piace? Prova a romperla. Quindi, cerca altre regole da piegare. Spesso, i poeti che vengono ricordati e citati sono quelli che hanno imparato a fare qualcosa bene e poi l’hanno portato in una nuova direzione.

6. REVISIONE. Mentre ci sono delle eccezioni, le migliori poesie vengono scritte attraverso il processo di revisione. Questo è un grande palcoscenico per sperimentare. E se una revisione un po’ folle  non funziona (come per esempio rimuovere tutti gli avverbi solo per vedere cosa succede), basta tornare all’ultima bozza.

7. RELAZIONATI CON ALTRI POETI. Vai a letture, workshop, conferenze, siti di social media e in qualsiasi altro posto puoi relazionarti o ascoltare. Altri poeti possono aiutarti a motivarti a scrivere e inviare.

8. CONDIVIDI IL TUO LAVORO. Dai i tuoi poemi ad amici e familiari come regali. Condividi le buone raccolte che hai letto. Ricorda: come poeta, sei un “ambasciatore della poesia” per coloro che hanno paura di leggerla o pensano che sia qualcosa che semplicemente non “è per loro”.

9. INVIA. Invia le tue poesie alle case editrici. Attraverso il semplice atto di seguire le linee guida e di ricevere risposte (sia attraverso l’accettazione o il rifiuto), imparerai a capire in quale direzione muoverti e a fare revisioni migliori.

10. DIFFONDI IL TUO LAVORO. Pubblica sul tuo profilo (Facebook, Instagram, ecc.). Devi condividere e diffondere le tue poesie. Mettersi in gioco può dare grande soddisfazione.

 

da “10 Essential Rules of Poetry”
By Robert Lee Brewer
Writer’s Digest

Un pensiero su “Poesia Le 10 regole da seguire

  1. La prima regola è fondamentale, più sono frequenti gli “attimi” in cui arriva la poesia più si acquista la consapevolezza di essere naturalmente ispirati. Dopo aver acquistato tale consapevolezza bisognerebbe seguire le altre regole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *